1. Introduzione

Com'è noto, l'occultazione reciproca dei quattro satelliti che il grande Galileo scoprì agli inizi del XVII secolo è un fenomeno che si verifica allorquando il piano orbitale di 1-Io, 2-Europa, 3-Ganimede e 4-Callisto si approssima all'Eclittica, sicché un osservatore da Terra vede di taglio il loro movimento, quasi si muovessero su una retta e oscillassero attorno al pianeta principale Giove. Questa particolare posizione osservativa si verifica ogni circa sei anni e i fenomeni di occultazione reciproca (collegati a quelli di eclissi da parte del Sole) sono oggetto di campagne osservative che da sempre vengono dirette dal Bureau des Longitudes di Parigi e, in prima persona, dal suo direttore Jean-Audes Arlot.

1.1. Grafici delle occultazioni mutue

Per avere un'idea descrittiva migliore delle parole, consigliamo di visitare questo sito di Valencia (Spagna), che riporta delle ottime immagini grafiche.

1.2. Le campagne osservative dei satelliti

L'ultima campagna osservativa del BdL è stata organizzata nel 2002/2003 e denominata PHEMU03, acronimo che sta per 'fenomeni mutui' dei satelliti galileiani di Giove del 2003. Il documento completo, diffuso alla comunità astronomica internazionale via internet, è questo file e più avanti ci servirà da guida nella verifica del programma JSHORT. La prossima campagna osservativa si chiamerà verosimilmente PHEMU 2009, oppure PHEMU09, e le occultazioni saranno visibili da Terra da fine 2009 ai primi mesi del 2010. A questo proposito il BdL non ha ancora (Gen.07) pubblicato nulla, ma con JSHORT possiamo calcolare tranquillamente qualche effemeride, come vedremo più avanti.

Valid HTML 4.01 Strict